Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Microsoft corregge ShadowCoerce ma non emette la CVE.

Microsoft, come parte degli aggiornamenti di giugno 2022, ha corretto una vulnerabilità “ShadowCoerce” precedentemente scoperta che consentiva a un utente malintenzionato di condurre attacchi di inoltro NTLM sui server Windows.

Un attacco di inoltro NTLM può essere utilizzato per inoltrare i dati di autenticazione a un server arbitrario, che potrebbe consentire a un utente malintenzionato di assumere il controllo del dominio Windows della vittima.

Microsoft ha risolto di nascosto questa vulnerabilità, ma non ha fornito dettagli pubblicamente né assegnato un identificatore CVE. 

“Sarebbe bello se Microsoft fosse più aperta. È incredibile che la SM ora sia più riservata sulla sicurezza di quanto non fosse in passato, a meno che non si tratti di uno stratagemma di marketing. Le modifiche significative alla sicurezza dovrebbero essere chiaramente documentate nei bollettini sulla sicurezza”

ha affermato su Twitter il ricercatore di sicurezza James Forshaw .

Advertisements

ShadowCoerce è stato scoperto e descritto per la prima volta dal ricercatore di sicurezza Lionel Gilles alla fine del 2021 in una presentazione che dimostrava l’attacco PetitPotam.

In precedenza è stato segnalato che l’attacco di inoltro DFSCoerce scoperto in precedenza consente a un utente malintenzionato di basso livello di diventare amministratore di un dominio Windows.