Red Hot Cyber
La cybersecurity è condivisione. Riconosci il rischio, combattilo, condividi le tue esperienze ed incentiva gli altri a fare meglio di te.
Cerca
200 Milioni di Utenti X/Twitter scaricabili Online per 8 crediti  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  2 giorni senza riscaldamento per colpa del malware FrostyGoop. E’ successo a Leopoli in Ucraina a Gennaio  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Hacktivisti a Sostegno delle Rivolte in Bangladesh: Escalation di Violenza e Cyber Attacchi  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  Copybara, il malware che prende di mira il banking italiano  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  Microsoft rilascia un tool USB per risolvere il problema del BSOD di CrowdStrike su Windows 10 e 11  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  EvilVideo: L’Exploit Zero-Day Che Minaccia Telegram su Android  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Una Hot-fix malevola per CrowdStrike diffonde HijackLoader e RemCos  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  Red Hot Cyber Completa con Successo il Secondo Corso di Darkweb & Cyber Threat Intelligence  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  L’interruzione di CrowdStrike ha colpito meno dell’1% dei dispositivi Windows. Attenzione Alle Frodi!  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  Incidente CrowdStrike: Riflessioni sulla Security di oggi e di Domani. “Non importa se si viene spiati, importa da chi”  ///  
Crowdstrike

Obsolescenza tecnologica: 45.000 server VMware ESXi sono in End of Life

Redazione RHC : 16 Ottobre 2022 12:05

A partire dal 15 ottobre 2022, VMware ESXi 6.5 e VMware ESXi 6.7 hanno raggiunto la fine del ciclo di vita e riceveranno solo supporto tecnico ma nessun aggiornamento di sicurezza, mettendo il software a rischio di vulnerabilità.

Questo sta a significare, che ogni nuovo bug scoperto, non verrà aggiornato generando una stratificazione di falle di sicurezza che permetteranno l’accesso a tali infrastrutture dai malintenzionati.

E’ arrivato il momento di iniziare a pensare al “replatforming” di queste architetture, che devono essere migrate a versioni più nuove prima della fine del supporto esteso.

Si tratta di ben 45.000 server VMware ESXi inventariati da Lansweeper che hanno appena raggiunto la fine del ciclo di vita (EOL), a meno che le aziende non acquistino un contratto di supporto esteso.

Lansweeper è una azienda che sviluppa software di rilevamento e gestione delle risorse che consentono ai clienti di tenere traccia dell’hardware e del software in esecuzione sulla propria rete. Nello specifico, l’azienda ha analizzato i dati di 6.000 clienti e ha trovato 79.000 server VMware ESXi installati.

Di questi server, il 36,5% (28.835) esegue la versione 6.7.0, rilasciata ad aprile 2018, e il 21,3% (16.830) utilizza la versione 6.5.0, rilasciata a novembre 2016. In totale, ci sono 45.654 server VMware ESXi che hanno raggiunto la fine del La vita.

I risultati di Lansweeper sono allarmanti perché oltre al 57% che entra in un periodo di rischio elevato. C’è anche un altro 15,8% di installazioni che eseguono versioni ancora più vecchie, che vanno dalla 3.5.0 alla 5.5.0, che hanno raggiunto l’EOL parecchio tempo fa.

In sintesi, al momento, solo un server ESXi su quattro (26,4%) inventariato da Lansweeper è ancora supportato e continuerà a ricevere aggiornamenti di sicurezza regolari fino al 02 aprile 2025.

Tuttavia, in realtà, il numero di server VMware che raggiungono oggi l’EOL è probabilmente molto maggiore, poiché questo rapporto si basa solo sui clienti di Lansweeper.

Le linee guida tecniche per ESXi 6.5 e 6.7 proseguiranno fino al 15 novembre 2023, ma ciò riguarda problemi di implementazione, esclusa la mitigazione del rischio per la sicurezza.

L’unico modo per essere sicuri di poter continuare a utilizzare le versioni precedenti è richiedere il supporto esteso di due anni, che deve essere acquistato separatamente. Tuttavia, questo non include gli aggiornamenti per i pacchetti software di terze parti.

Redazione
La redazione di Red Hot Cyber è composta da un insieme di persone fisiche e fonti anonime che collaborano attivamente fornendo informazioni in anteprima e news sulla sicurezza informatica e sull'informatica in generale.