Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Programmi hacker: facciamo OSINT con GHunt.

Per la serie “Programmi hacker”, oggi scopriremo Ghunt.

Per la serie di Hack tutorial, oggi parleremo di GHunt, un tool di OSINT (Open Source Intelligence) che consente di reperire informazioni sugli account Google, utilizzando il solo indirizzo email. Lo strumento è stato sviluppato da Thomas Hertzog, altrimenti noto come “mxrch”, sulla base del lavoro svolto come specialista OSINT in Sector035.

“GHunt è per le persone curiose delle informazioni pubbliche generate dalla loro attività su Google e di ciò che un utente malintenzionato potrebbe rilevare, o per le persone che utilizzano l’OSINT nel loro lavoro, ad esempio per l’analisi e la caccia alle minacce”

ha detto Hertzog in una intervista.

Sebbene lo strumento funzioni tramite indirizzi Gmail gratuiti, Hertzog ritiene che ciò possa ancora causare problemi alle aziende, inclusi gli utenti di G Suite (ora Google Workspace), dove i dipendenti hanno utilizzato un indirizzo gratuito per registrarsi ai servizi.

Advertisements

“GHunt può essere utilizzato dagli hacker etici o dai penetration tester per verificare se le e-mail trovate possono far trapelare informazioni, ma può anche essere utilizzato nella ricerca e l’identificazione delle minacce”.

ha inoltre aggiunto:

“Vedo molte persone che utilizzano il proprio indirizzo Gmail personale su LinkedIn. Le persone dovrebbero separare i propri account personali da quelli professionali. Quando registri il tuo account Google, non viene visualizzato un popup che dice “Tutti saranno in grado di accedere alle tue recensioni di Google Maps per impostazione predefinita e alle tue foto archiviate di Picasa”.

Hertzog pensa che questa leggerezza degli utenti, sia una mancanza di educazione sulla pericolosità di lasciare tali informazioni in pubblico. La maggior parte delle persone non ha idea che le 50 recensioni di Google Maps possono consentire di identificare la loro probabile posizione con un algoritmo molto semplice.

L’algoritmo GHunt ha anche una percentuale di successo prossima al 100% nell’identificazione dei canali YouTube collegati, ha affermato Hertzog.

GHunt è uno di un numero crescente di strumenti che utilizzano informazioni open source per raccogliere informazioni sulle identità digitali e le attività degli utenti online. Spesso, i soggetti non sono a conoscenza della quantità di dati disponibili online ricavabili e correlabili con una semplice email.

Advertisements

Questo è un problema crescente, suggeriscono gli esperti di sicurezza, ovviamente incentivato dai servizi online “gratuiti”.

“Questo strumento dimostra la quantità e il tipo di informazioni che possono essere acquisite da un indirizzo e-mail di un account Google attraverso l’interrogazione pubblica di Google”

ha affermato Stuart Morgan, consulente per la sicurezza di F-Secure.

“Individui e aziende possono usarlo per aiutarli a capire fino a che punto le loro informazioni sono disponibili pubblicamente e per apportare eventuali modifiche alla configurazione dei servizi che ritengono necessari.”

Come strumento OSINT, GHunt potrebbe essere utilizzato sia per la raccolta di informazioni sulle minacce, sia per la simulazione degli attacchi, suggerisce. Le informazioni provenienti da strumenti come questo potrebbero essere strumentali in un percorso di attacco molto più lungo e complesso, come l’ingegneria sociale che si basa sulla costruzione rapida di una relazione credibile.

Hertzog prevede di continuare a sviluppare ulteriormente lo strumento, inclusa la raccolta di ulteriori informazioni sui modelli di telefono utilizzati con gli account Google, e di approfondire i servizi di Google, inclusi Maps e Picasa.

Advertisements

Perchè su internet c’è tutto e internet ricorda tutto. Quindi fate attenzione.

Fonte

https://portswigger.net/daily-swig/amp/ghunt-osint-tool-sniffs-out-google-users-account-information-using-just-their-email-address