Red Hot Cyber
La cybersecurity è condivisione. Riconosci il rischio, combattilo, condividi le tue esperienze ed incentiva gli altri a fare meglio di te.
Cerca
Campagna di Phishing ai danni del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  TelegraMalware : Scoperti Oltre 1000 Bot per Intercettare Codici SMS e Notifiche  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Gli EDR/AV vanno Offline con Killer Ultra! Il malware degli operatori ransomware di Qilin  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  Esce Dark Mirror. Il Primo Report di Dark Lab sul Fenomeno Ransomware relativo ad H1 2024  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  Massiccia Violazione dei Dati Disney: 1,1 TiB di Informazioni Compromesse  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  Hai bisogno di una identità falsa? I Truffatori Professionisti usano Fotodropy Store!  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Muri Digitali: Kaspersy Lab Chiude gli Uffici negli Stati Uniti D’America!  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  The Hackers Choice (THC): 30 anni di hacking senza voler diventare ricchi! L’intervista a VH e Skyper  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  La Psicologia dietro gli Attacchi Informatici! il ruolo fondamentale delle emozioni dalle quali difenderci  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  Rockstar Games possibile vittima di un Enorme Data Leak!  ///  
Crowdstrike

Sapphire Werewolf, usa strumenti open source per rubare dati

Redazione RHC : 23 Giugno 2024 09:30

Gli esperti riferiscono che il gruppo di hacker Sapphire Werewolf, attivo dal marzo 2024, ha già attaccato più di 300 organizzazioni russe dei settori dell’istruzione, dell’informatica, dell’industria militare e aerospaziale. L’obiettivo principale degli hacker è lo spionaggio e utilizzano uno strumento open source altamente modificato per rubare dati.

Secondo gli analisti di BI.ZONE, gli attacchi Sapphire Werewolf iniziano solitamente con e-mail di phishing con collegamenti creati utilizzando un servizio di abbreviazione URL (t.ly). Gli utenti caduti nella truffa credevano di scaricare documenti ufficiali, ma invece hanno scaricato un file dannoso che, una volta aperto, installava l’infostealer Amethyst.

“Dalla fine del 2023 all’inizio del 2024, i gruppi finalizzati allo spionaggio hanno iniziato a utilizzare attivamente i ladri di informazioni. Tuttavia gli aggressori non devono necessariamente sviluppare tali programmi da zero. Ad esempio, il ladro Amethyst, utilizzato dal gruppo Sapphire Werewolf, è una modifica del malware open source SapphireStealer, che gli aggressori hanno modificato per adattarli ai loro scopi”, spiega Oleg Skulkin, responsabile di BI.ZONE Threat Intelligence.

Per evitare che le vittime si insospettissero, contemporaneamente al download del malware è stato aperto un “documento distraente”. La decisione sull’avvio di un procedimento penale, un volantino della Commissione elettorale centrale o un decreto del Presidente della Federazione Russa. Gli aggressori hanno utilizzato il servizio di abbreviazione degli URL per lo stesso scopo: consentiva di far sembrare legittimi i collegamenti.

L’infostealer ruba i dati dai dispositivi compromessi, inclusi database di password, cookie, cronologia del browser, siti popolari e pagine salvate (dai browser Chrome, Opera, Yandex, Brave, Orbitum, Atom, Kometa, Edge Chromium, Torch, Amigo, CocCoc, Comodo Dragon , Epic Privacy Browser, Elements Browser, CentBrowser, 360 Chrome, 360 Browser), testo e altri documenti, nonché file di configurazione, inclusi FileZilla e SSH, e persino dati che consentono l’accesso all’account Telegram della vittima. Tutte queste informazioni sono state raccolte in un archivio e trasferite al server di controllo degli hacker, il cui ruolo è svolto da un bot di Telegram.

Redazione
La redazione di Red Hot Cyber è composta da un insieme di persone fisiche e fonti anonime che collaborano attivamente fornendo informazioni in anteprima e news sulla sicurezza informatica e sull'informatica in generale.