Red Hot Cyber

La cybersecurity è condivisione. Riconosci il rischio, combattilo, condividi le tue esperienze ed incentiva gli altri a fare meglio di te.
Cerca

Signal verso il Futuro: la crittografia Post Quantum ora protegge i nostri messaggi

Redazione RHC : 21 Settembre 2023 07:28

Signal ha annunciato di aver migliorato la crittografia all’interno del suo messenger.

Il suo protocollo di comunicazione end-to-end ora utilizza delle chiavi crittografiche resistenti ai quanti, pertanto lo rende resistente a possibili attacchi futuri messi in atto dai computer quantistici.

I computer quantistici – che ancora al momento non hanno applicazioni concrete, come abbiamo visto nell’intervista del Prof. Morello ell’ARC Center of Excellence for Quantum Computation della University of New South Wales in Australia e del Prof. Severini, direttore delle tecnologie quantistiche di Amazon Web Services (AWS) – hanno il potenziale di essere in futuro molto più potenti e veloci dei sistemi attuali, consentendo loro di eseguire calcoli che richiederebbero anni per un supercomputer moderno.

Nel mentre questi computer iniziano lentamente a diventare una realtà, una delle minacce che questa tecnologia emergente pone è quella di indebolire gli attuali schemi di crittografia, consentendo di decrittografare rapidamente – in un periodo successivo – i dati protetti e ottenere l’accesso alle informazioni.

Tuttavia, si inizia a parlare della raccolta di #informazioni crittografate per poi decrittografarle una volta che tali computer diventeranno una realtà. Questo può essere ovviato – o quanto meno mitigato – implementando degli algoritmi resistenti ai computer quantistici, come suggerito in precedenza dal National Institute of Standards and Technology (NIST).

Per le app di comunicazione, come Signal, che utilizzano la crittografia end-to-end per proteggere la comunicazione, l’adozione di tali approcci- e quindi l’uso di algoritmi resistenti ai quanti . diventa giorno dopo giorno una cosa quantomai importante da implementare.

Signal spiega che il suo protocollo X3DH (Extended Triple Diffie-Hellman) è stato aggiornato a PQXDH (Post-Quantum Extended Diffie-Hellman), che incorpora meccanismi di generazione di chiavi resistenti ai quanti per il protocollo end-to-end di Signal. specifica di crittografia (E2EE).

“Crediamo che il meccanismo di incapsulamento della chiave che abbiamo selezionato, CRYSTALS-Kyber, sia costruito su solide basi, ma per essere sicuri, non vogliamo semplicemente sostituire le basi esistenti della crittografia a curva ellittica con un sistema crittografico a chiave pubblica post-quantistico”  spiega Segnal e aggiunge: “Stiamo invece potenziando i nostri sistemi crittografici esistenti in modo tale che un utente malintenzionato debba violare entrambi i sistemi per poter calcolare le chiavi che proteggono le comunicazioni delle persone.”

Il PQXDH utilizza sia il protocollo a curva ellittica di X3DH sia un meccanismo di incapsulamento della chiave post-quantistico chiamato CRYSTALS-Kyber.

CRYSTALS-Kyber è un  algoritmo crittografico resistente ai quanti approvato dal NIST, adatto per operazioni rapide che richiedono un scambio di piccole chiavi di crittografia. Signal sottolinea che la transizione a PQXDH è ​​solo il passo iniziale verso il raggiungimento di E2EE resistente ai quanti.

Redazione
La redazione di Red Hot Cyber è composta da un insieme di persone fisiche e fonti anonime che collaborano attivamente fornendo informazioni in anteprima e news sulla sicurezza informatica e sull'informatica in generale.