Per la serie #BlackPrivacy, oggi parliamo di Exodus.

Uno #Spyware tutto italiano, sviluppato dalla #eSurv, una società calabrese specializzata in videosorveglianza, con l’obiettivo di spiare persone finite sotto inchiesta.


Il Corriere della Sera scrisse "Chi erano dunque i manager di E-Surv? Possibile che fossero al servizio degli 007? La Procura di Napoli ha chiesto all’Aise e all’Aisi se abbiano Exodus e le agenzie di #Intelligence avrebbero ammesso di averlo acquistato ma non utilizzato perché difettoso. Una spiegazione che però non è sufficiente e dunque altre verifiche sono state già avviate”


Invece Antonello #Soro. il Garante #Privacy riportò “È un fatto gravissimo su cui c’è grande preoccupazione. Faremo i dovuti approfondimenti per quanto concerne le nostre competenze, poiché la vicenda presenta contorni ancora assai incerti ed è indispensabile chiarirne l’esatta dinamica“. Una storia dai contorni in massima parte ancora oscuri che rilancia l’allarme sul “far west” delle intercettazioni di #Stato."


#redhotcyber #cybersecurity #malware #exodus #spyware