La nuova era dei RE del crimine informatico è arrivata. Avviata la caccia dalle forze dell'ordine.


E se tutta la criminalità informatica del mondo potesse essere ricondotta a un numero relativamente piccolo di persone, fornitori o servizi e facilitatori?



In effetti, un gruppo di esperti di sicurezza informatica e forze dell'ordine, intervenendo alla conferenza Infosecurity Europe a Londra nel 2015, stimarono che solo 200 persone a livello globale fornivano la stragrande maggioranza di tutti i servizi e le infrastrutture di criminalità informatica. Ovviamente, arrestare anche un piccolo numero di queste persone potrebbe incidere molto sul crimine informatico globale.


Questo è stato nuovamente confermato da Andy Archibald, vicedirettore della National Cybercrime Unit per la National Crime Agency britannica, durante il convegno "Know Your Adversary: Who is the Cybercriminal?" tavola rotonda organizzata dalla Infosecurity Europe questa settimana a Londra.