Red Hot Cyber

La cybersecurity è condivisione.
Riconosci il rischio, combattilo, condividi le tue esperienze ed 
incentiva gli altri a fare meglio di te.

Cerca

Windows XP non vuole morire! L’attivazione ora è possibile senza crack e senza Microsoft

Redazione RHC : 28 Maggio 2023 11:54

Gli utenti Linux sono stati in grado di attivare nuove installazioni di Windows XP senza una connessione a Internet e senza l’aiuto di Microsoft. Per fare ciò, hanno utilizzato un generatore di chiavi aperte e un file eseguibile che emette codici di conferma.

Windows XP è un sistema operativo rilasciato nel 2001 ed è stato il più popolare al mondo fino al 2011. Nel 2014, Microsoft ha interrotto il supporto per questo sistema e ha consigliato agli utenti di eseguire l’aggiornamento a versioni più recenti. Tuttavia, secondo l’azienda, attualmente il 29% degli utenti in tutto il mondo continua a utilizzare Windows XP.

L’attivazione di Windows XP richiedeva una connessione Internet o una telefonata al supporto Microsoft. Ma ora questi metodi non funzionano più. Pertanto, alcuni utenti hanno fatto ricorso a metodi illegali come crack o patch non ufficiali.

Ma ora esiste un modo legale per attivare Windows XP senza Internet e senza Microsoft. Un post su tinyapps.org mostra come farlo usando Linux. Ma per fare ciò, è necessario utilizzare due programmi: un generatore di chiavi aperte e un file eseguibile che emette codici di conferma.

Il generatore di chiavi è stato creato nel 2019 e permettere di ricevere “infinite chiavi Windows XP”. Ma per completare l’attivazione era necessario connettersi a servizi esterni, che potrebbero non essere disponibili o affidabili. Il file eseguibile è stato pubblicato lo scorso anno e permetteva di generare codici di verifica offline. Questo mese, il generatore di chiavi è stato adattato per funzionare su Linux.

L’autore del post su tinyapps.org mette anche in guardia contro l’utilizzo di Windows XP nel 2023, soprattutto se il sistema è connesso a Internet. Consiglia di eseguirlo solo in caso di emergenza, ad esempio se sono presenti hardware o programmi che funzionano solo su questo sistema. In questo caso, consiglia di utilizzare il browser Seamonkey o Opera e l’antivirus Avast.

Windows XP è un sistema operativo obsoleto e insicuro che è spesso vittima di attacchi informatici. Ad esempio, nel 2017, è stata uno dei principali bersagli del virus ransomware WannaCry, che crittografava i dati sui computer e chiedeva un riscatto per il loro ripristino. Inoltre, Windows XP contiene molte vulnerabilità dell’arsenale dell’NSA statunitense che possono essere sfruttate dagli aggressori.

  • Nel 2019, Microsoft ha rilasciato un aggiornamento di sicurezza di emergenza per Windows XP a causa della minaccia del malware BlueKeep, che potrebbe infettare i computer tramite desktop remoto. Tuttavia, la maggior parte degli utenti di Windows XP non ha installato questo aggiornamento.
  • Nel 2020 è stato pubblicato il codice sorgente di Windows XP, che consente a ricercatori e hacker di studiare la struttura del sistema e trovare nuove vulnerabilità. Uno di loro ha consentito l’accesso completo al sistema utilizzando un’immagine disco appositamente preparata.
  • Nel 2021 è stato scoperto un nuovo tipo di ransomware che prendeva di mira Windows XP e crittografava i file degli utenti con una richiesta di riscatto in bitcoin. Ransomvara si chiamava WannaXP e sfruttava la vulnerabilità EternalBlue esposta dal gruppo di hacker Shadow Brokers nel 2017.

Quindi, siete stati avvertiti!

Redazione
La redazione di Red Hot Cyber è composta da un insieme di persone fisiche e fonti anonime che collaborano attivamente fornendo informazioni in anteprima e news sulla sicurezza informatica e sull'informatica in generale.