Attacco informatico allo stato italiano: il silenzio è assordante.


Nell'ultimo periodo abbiamo assistito ad una escalation di attacchi informatici alle infrastrutture della pubblica amministrazione. Regione Lazio, l'ospedale San Giovanni Addolorata, ASL Roma 3 e il comune di Perugia, Sono solo alcune degli incidenti di rilievo che abbiamo visto negli ultimi mesi.



Oltre a questi incidenti (descritti ampiamente dai giornali solo nella loro fase iniziale), ce ne sono altri sui quali non abbiamo avuto alcuna dichiarazione dalle PA coinvolte, nemmeno all'inizio dell'incidente e questo silenzio, oltre ad essere "assordante", è altamente "allarmante".


Il fatto che ci sia una escalation di incidenti, non è una novità, come red hot cyber l'avevamo previsto in tempi non sospetti, dicendo che sarebbe stata necessaria una fortissima collaborazione tra istituzioni e privati per poter combattere un crimine informatico altamente motivato e altamente tecnico.



Per collaborazione intendevamo anche una forte etica nel descrivere lo stato dell'arte delle analisi forensi, in modo tale che questi risultati possono essere un bagaglio di esperienze comuni, utili ad altre organizzazioni pubbliche (ma anche ai privati), per migliorare le proprie difese di sicurezza, ma questo regolarmente non avviene.