Cosa hanno in comune le Violette Africane e il Cybercrime? Il Ransomware!

Come al solito, gli operatori di ransomware Maze prendono di mira un'altra organizzazione nella loro trappola. In questo caso, hanno preso di mira #Optimara #Violets che è noto come il più grande coltivatore di violette africane al mondo.


Con la più ampia selezione di varietà a piena fioritura, Optimara continua a far avanzare il settore con nuove varietà di piante e tecniche di #coltivazione #innovative, costantemente perfezionate negli anni di #ricerca e #sviluppo.


Ma c’è un problema, tutti gli sforzi di una informatizzazione spinta possono essere minati nel profondo se è presente una #postura scorretta nella #sicurezza #informatica e questo avviene sia nelle piccole che a medie che a grandi aziende. Il #Ransomware è sempre in agguato.


Il team di ricerca #Cyble ha verificato e segnalato la perdita di dati di circa 3Gb. La perdita di dati include i #documenti #sensibili dell'#organizzazione come #fatture di acquisto e vendita, #documenti di reclamo del cliente, informazioni dettagliate del #cliente e molti altri.


#redhotcyber #cybersecurity #hacking #ransomware


https://cybleinc.com/2020/05/20/largest-grower-of-african-violet-on-the-planet-earth-got-targeted-by-maze-ransomware-operators-data-leak/

3 visualizzazioni

Iscriviti al canale Youtube

unnamed.png

Red Hot Cyber: conosci il rischio per starne lontano

Per richieste di supporto scrivi a: redhotcyber@hotmail.com

  • YouTube Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Tumblr Icona sociale
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now