De-digitalization: il 12% dei russi, pronti ad abbandonare Internet.


Ne parlammo diverso tempo fa con un articolo su RedHotCyber, del fatto che molte persone vogliano abbandonare Internet, per una ragione di motivi e scelte variegate, ma sembra che in Russia, sia stato fatto di recente un sondaggio proprio su questo argomento interessante.


Questi sono i risultati dello studio condotto da Otkrytie Bank (una delle più grandi banche commerciali a servizio completo della Russia), a disposizione di RIA Novosti (un'agenzia di stampa nazionale russa di proprietà statale)



Il 12% dei russi è pronto ad abbandonare completamente Internet, mentre un altro 31% dei cittadini è pronto a limitarne fortemente il suo utilizzo.

"Il 31% dei russi è pronto a rinunciare parzialmente a Internet. Il 12% degli intervistati ha dichiarato di essere completamente pronto a rompere con la realtà virtuale e di voler vivere appieno la propria vita"

hanno scoperto gli esperti.


Allo stesso tempo, il 58% degli intervistati non è pronto a rinunciare a Internet e lo considera una parte importante della propria vita.



Questa percentuale diventa più alta in Siberia (63%), mentre nella regione del Volga e nella regione di Mosca (61% ciascuna) e diventa minima nel Distretto Federale Meridionale (45%).


La vita reale è più interessante per il 62% dei russi. La vita "virtuale" non può sostituirla, dicono gli autori della nota di studio e su questo siamo penso tutti d'accordo.


Inoltre nel Caucaso settentrionale queste percentuali atterrano al 70%, negli Urali il 69%, mentre in Estremo Oriente meno della metà, ovvero il 48%.



Invece c'è una percentuale pari al 34% dei russi che ritiene la vita reale uguale alla vita virtuale e solo il 4% dei cittadini ritiene che la realtà virtuale sia preferibile a quella offline.


La Banca ha condotto uno studio dall'8 al 13 maggio su un campione rappresentativo di 1000 russi di età compresa tra 18 e 65 anni, in città con una popolazione di oltre 100mila persone.