Signal e WhatsApp si trollano su Twitter.


La privacy oggi è proprio un bel problema.


E questo lo sanno bene sia WhatsApp che Signal, uno che cerca di utilizzare i dati per migliorare le performance pubblicitarie, l'altro che vuole aumentare la sua base utenti ricordando agli utilizzatori dell'esistenza della privacy, tra un caffè e un altro.



infatti ieri le due aziende si sono beffeggiate su Twitter.

"controlla il calendario, versa il caffè, oggi è un bel momento per passare alla privacy"

Scrive Signal e WhatsApp risponde:

"controlla il calendario, versa il caffè, ok, fallo. No, non possiamo vedere i tuoi messaggi personali. No, non elimineremo il tuo account. Si, puoi accettare in qualsiasi momento"

Il post di Signal ha ricevuto 23.000 mi piace mentre il post di WhatsApp ne ha ricevuti solo 2.700.



Probabilmente Jan Koum and Brian Acton si staranno facendo delle grasse risate.


Ma questo è il mondo di Facebook, bello o brutto che sia ma piace a tutti e tutti anche se tutti ne parlano male.


La solita idiosincrasia di internet, perché internet oggi funziona così.