Durante l'incidente al sistema idrico in Florida di febbraio, c'era un altro attore nella rete.


Il 5 febbraio, un malintenzionato ha fatto irruzione nel sistema informatico di un impianto di trattamento idrico della Florida (ne avevamo parlato su Red Hot Cyber), modificando temporaneamente l'impostazione dell'idrossido di sodio dell'impianto a un livello potenzialmente pericoloso, secondo i funzionari locali.


Si è scoperto che il criminale informatico non era il solo nella rete.




Nello specifico, è stata rivelata una sospetta intrusione parallela nello stesso giorno ad uno dei computer dell'Oldsmar Water Treatment Facility da parte della società di sicurezza informatica Dragos.


Dragos ha scoperto un malware botnet che ha compromesso i computer della rete, il cui codice potrebbe aver infettato anche i computer delle aziende idriche locali in Florida negli ultimi mesi.


Non c'è alcun collegamento tra i due incidenti. Chiunque abbia manomesso le impostazioni chimiche della struttura di Oldsmar non è coinvolto nella botnet, ma la rivelazione mostra come due tipi molto diversi di malintenzionati erano coinvolti all'interno delle reti e in una serie di violazioni delle infrastrutture critiche della Florida.